Oltre

Oltre noi, ho incrociato la strada, l’ho presa, l’ho persa, mi ci sono aggrappata. Oltre noi, hanno bussato alla porta, l’ho aperta, ma non c’era nessuno. Oltre noi, ho rivisto il mare, pioveva, ma c’era il sole. Oltre noi, son ritornata a dormire, ho socchiuso le palpebre, ma era già giorno. Oltre noi, ho stirato la schiena, rannicchiato le gambe e allungato una mano. Oltre noi, il cuscino gelava e il vento strillava da una finestra già chiusa. Oltre noi, hanno ribussato alla porta, l’ho aperta e c’era una storia.

Oltre te, ho scostato la tenda, ho sporcato i vetri di polvere e fiato, ho creato qualcosa ma poi ho cancellato. Oltre te, ho riletto i pensieri, ma erano vuoti e ho ripreso a suonare. Oltre te, ho restituito il mio corpo alla terra, ma era bagnata. Ho infangato i giorni di attesa, ho riacceso le luci e bramato la pace. Oltre te, hanno ribussato alla porta e c’era un sorriso. Oltre te, ho richiuso la porta, mandato via il sorriso e nascosto le voglie. Oltre te, prigioniera in una notte di fine Novembre.

Oltre me, ho ritrovato in penombra una sagoma scura. Oltre me, l’ho cercata dall’altra parte del cuore. Oltre me, hanno ribussato alla porta, c’era un pensiero, l’ho lasciato entrare. Ha fatto l’amore con le mie ossa, si è innamorato dei miei timori. Oltre me, ho arginato i brividi a quella sera di pioggia, che logorava i capelli e logorava anche noi. Oltre me, rifugio i limiti nelle possibilità, utilizzo le verità come antidoto ai rimorsi.

Oltre me, Oltre te, Oltre noi bussano alla porta ma non riescono ad entrare. Oltre e nient’altro, dove batti ogni notte ed esplodi  ogni alba.

 

Annunci

4 thoughts on “Oltre

  1. una scrittura lirica in forma di prosa epistolare cghe non narra cose, eventi, ma solo fantasmi carnali evocati in quell’ossessive richiamarsi all’ “oltre”; che è si, un dopo, ma è anche una soglia il limine erotico, un dormiveglia dei sensi…scrittura prosastica di ottimo livello e densa, densa di fiati, respiri deflagrazione dei sensi…ciao ben ritrovata!

    Liked by 1 persona

      1. li ho colti perché me li hai fatti giungere con la nudità di chi scrive col sentimento dell'”oltre”…ti sei esposta, ed io, con pudore e rispetto, ti ho vista…tu volevi dire, ed io ho ascoltato, questo è tutto

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...